Home Specialità gastronomiche Spezie ed erbe aromatiche in cucina

Spezie ed erbe aromatiche in cucina

1300
0
CONDIVIDI
un elenco delle erbe aromatiche e delle spezie utilizzate in cucina

Indispensabili in cucina per dare sapore o esaltare quello di alcuni cibi, l’elenco di erbe aromatiche e spezie è davvero molto lungo. Qui vogliamo segnalarvi quelle più utilizzate e più comuni in cucina mettendo in evidenza le loro caratteristiche.

Tutte le erbe aromatiche e le spezie

Sono davvero pochi coloro che conoscono tutte le erbe e le spezie in quanto, alla fine, sono sempre quelle cinque o sei che vengono comunemente utilizzate in cucina. Intanto facciamo un po’ di chiarezza tra queste. Le spezie sono sostanze ricavate da una parte specifica di una pianta aromatica: per esempio, dello zenzero si usa la radice, per lo zafferano i germogli floreali, per il pepe le bacche e così via. Le erbe aromatiche come il basilico, il prezzemolo, il rosmarino etc, erbe o verdure aromatiche sono esse stesse delle piante che si trovano in natura o si coltivano per essere usate fresche o essiccate.

Non dimentichiamo inoltre che, in generale, le spezie e le erbe aromatiche, utilizzate fin dalla più remota antichità, non sono soltanto degli esaltatori di gusto ma hanno delle proprietà benefiche per la nostra salute.

Vediamo allora queste erbe aromatiche in ordine alfabetico, da questo punto di vista, con le loro caratteristiche nutrizionali o i loro effetti benefici:

Aglio

Ricco di selenio, fosforo, potassio, calcio oltre ad alcune vitamine, specie la C e quelle del gruppo B. Ha pochissime calorie. Tra i benefici per la salute segnaliamo: rinforza le difese immunitarie, abbassa la pressione, riduce il colesterolo, riduce il deperimento osseo, funge da disintossicante da metalli pesanti, specie nei confronti del fegato ed infine è un ottimo antibatterico.

Alloro

Le foglie e le bacche di questa pianta contengono un olio essenziale indicato per stimolare l’appetito e la digestione. In caso  di influenza o febbre può ridurla anche con funzione di espettorante. Con le foglie e le bacche si può ancora preparare quello che viene chiamato olio lauritano che viene usato per lenire le infiammazioni, dolori muscolari, artrite e reumatismi o per traumi di vario tipo come ematomi o ecchimosi.

Aneto

Usato fin dall’antichità da Greci e Romani, di questa pianta si usano sia i semi che le foglie. Dell’aneto dobbiamo riportare le sue proprietà antispasmodiche legate ai casi di coliche o crampi allo stomaco oltre a quello che favoriscono l’espulsione di aria dall’intestino o dallo stomaco. Infine, particolarmente importante per le donne, il suo effetto diuretico e depurativo che favorisce l’eliminazione dei liquidi in eccesso e quindi combatte la cellulite.

Anice

Anche l’anice, come altre erbe, ha origini antiche nell’uso quotidiano. La sua proprietà oggi, come in passato, più evidente è quella digestiva. Come l’aneto, ha la capacità di aiutare a risolvere aerofagia e meteorismo oltre a favorire il rilassamento. Presso i Romani era anche ritenuto un potente afrodisiaco.

Basilico

La comune pianta di basilico è un vero portento in quanto a proprietà nutritive e salutari. Infatti, è molto ricco di vitamina K e manganese, è anche una fonte di rame e di vitamina A e C oltre che di calcio, ferro, acido folico e Omega 3. Ha anche proprietà antibatteriche, antiossidanti e antinfiammatorie, fa bene all’apparato cardiovascolare ed è una fonte di magnesio, minerale che aiuta a rilassare muscoli e vasi sanguigni.

tutte le erbe aromatiche sono facilmente coltivabili in casa

Borragine

I semi di questa pianta sono ricchi di acidi grassi polinsaturi con proprietà antinfiammatorie, riequilibrante del sistema ormonale femminile e, in generale, protettiva del sistema cardiovascolare. Sempre dai suoi semi si ricava un olio vegetale per uso esterno idoneo a contrastare tutte quelle patologie della pelle legate alle allergie o agli effetti dell’età.

Cannella

Antiossidante naturale, stimola la circolazione sanguigna, combatte il colesterolo, ha proprietà antibatteriche e digestive. Tra gli altri effetti stimola il sistema immunitario e aiuta a combattere influenza e raffreddore. Pare dimostrata anche la sua efficacia come afrodisiaco.

Chiodi di garofano

Hanno proprietà anestetiche e analgesiche, stimolano la circolazione sanguigna, aiutano a vincere la stanchezza ed il mal di testa, sono digestivi e tonificanti. In più, sembra che abbiano effetti afrodisiaci.

Cipolla

Questo semplice ortaggio in realtà contiene in sé importanti virtù. Anzitutto è un buon antitumorale, specie per il colon, lo stomaco e la prostata. Altre funzioni di rilievo sono quella diuretica e antidiabetica, antipertensiva, espettorante e antibiotica, specie a livello intestinale. Previene la formazione dei trombi, combatte l’arteriosclerosi e la gotta.

Cardamomo

Il cardamomo è un’efficace rimedio per diverse patologie: dal semplice mal di denti, alla tosse, al raffreddore fino ad alcuni fastidi dell’intestino o della digestione.

Coriandolo

Ottimo per difficoltà digestive, gonfiore o coliche addominali. E’ anche un corroborante naturale che combatte la stanchezza e l’inappetenza e uno stimolante del sistema nervoso. Ha anche effetti fungicidi e antibatterici.

Cumino

Rilassa l’apparato digerente favorendo la digestione e combatte i gonfiori intestinali e le coliche. Masticare i semi sembra efficace nel contrastare l’alitosi e nello stimolare l’appetito.

Curcuma

Questa pianta è da sempre conosciuta come un efficace depurante e antinfiammatorio, specie per quanto riguarda i dolori articolari. Agisce in particolare sul fegato proteggendolo e stimola le vie biliari. E’ anche un buon antiossidante e antitumorale.

le erbe aromatiche in cucina servono anche a stare meglio in salute

Dragoncello

Di questa pianta conosciamo le sue proprietà digestive e quelle antisettiche essendo un disinfettante del cavo orale. Un tempo lo si usava anche per combattere il mal di denti, oggi è un esaltatore di sapori con anche effetti depurativi.

Ginepro

Le sue famose bacche sono un toccasana per la digestione oltre che per contrastare le infezioni delle vie urinarie e delle vie respiratorie. Inoltre, possiede proprietà antireumatiche specie se si utilizza l’olio essenziale di ginepro per massaggiare le parti interessate.

Maggiorana

Molto ricca di vitamina C è molto usata nell’industria farmaceutica per le sue proprietà digestive e calmanti. Efficace anche nella cura di forme di raffreddore e bronchiti, serve da stimolatore del sistema immunitario oltre che a combattere l’insonnia.

Menta

Aiuta la digestione e rinfresca l’alito. Il mentolo dona una sensazione di fresco intenso ma stimola anche l’attività gastrica. Ha inoltre proprietà analgesiche e antiemetiche, quindi utili a contrastare nausea e vomito.

Noce moscata

Elimina i gas dall’intestino, favorisce la digestione è antisettica ed in alcuni case combatte la nausea, il vomito e la diarrea. Si dice sia anche un efficace e potente afrodisiaco. Importante è non abusare di questa spezia in quanto può provocare alterazioni della coscienza e allucinazioni.

Origano

Non solo ottimo condimento, i fiori di origano hanno un odore forte e penetrante ma offrono anche diversi benefici tra cui: favoriscono la digestione, facilitano la fuoriuscita di gas intestinali in caso di meteorismo, tonificano il sistema nervoso e liberano le vie respiratorie in caso di raffreddore e tosse.

Pepe bianco, pepe nero e pepe verde

Le proprietà benefiche di queste spezie molto simili sono dovute alla piperina che favorisce la produzione di secrezioni gastriche facilitando così la digestione. Facilita l’assorbimento delle sostanze nutrienti dei cibi ingeriti e stimola il metabolismo. Ha anche effetti antipiretici e diuretici.

Pepe rosa

Non tutti sanno forse che il pepe rosa non è in realtà un vero pepe bensì una bacca, di colore rosa appunto, che gli assomiglia molto. Anche il sapore non è piccante come il pepe ma piuttosto delicato e dolce. Ha comunque diverse proprietà tra cui effetti diuretici e depurativi, antisettici oltre che curativi dei reumatismi.

Peperoncino

Il peperoncino ha una lunga lista di benefici: facilita la digestione, migliora la circolazione sanguigna grazie all’effetto vasodilatatore che abbassa anche la pressione, rende più elastici i capillari e migliore l’ossigenazione del sangue. Combatte il colesterolo, protegge il cuore ed ha anche delle virtù antitumorali e antinfiammatorie perché ricco di vitamina C ed E. Infine, è riconosciuta la proprietà afrodisiaca del peperoncino, così come quella di possibile cura delle allergie. Per saperne di più sul peperoncino e sui modi di conservarlo, leggi anche questa pagina.

Il peperoncino è una delle spezie più antiche al mondo conosciuta già 5000 anni prima di Cristo in America centrale e poi importata in Europa e nel resto del mondo

Prezzemolo

Da mangiare preferibilmente crudo altrimenti perde tutti i suoi benefici, il prezzemolo contiene una forte dose di vitamine e sali minerali, in particolare, la vitamina C: difese immunitarie più forti e apparato circolatorio più protetto. Ha, inoltre, un’alta presenza di betacarotene che funge da antiossidante, di calcio per la salute delle ossa e di potassio che rendono, questa erba un regolatore della pressione e un diuretico naturale. Unica controindicazione per le donne in attesa che devono assumerne poche quantità per via dei suoi effetti abortivi.

Rafano

La radice di questa pianta va consumata grattugiata fresca ed in quanto tale facilita la digestione e conferisce un buon apporto di vitamina C di cui è abbastanza ricca. In più, ha un effetto diuretico ed è anche un efficace antisettico. Combatte le malattie delle vie biliari ma allo stesso tempo contrasta raffreddore e influenza.

Rosmarino

Ricchissima di effetti benefici, il rosmarino è prima di tutto un potente antiossidante. Ha un’azione energizzante dal punto di vista psicofisico, quindi utile a combattere la stanchezza e gli stati di leggera depressione. Infine, è indicato contro la diarrea e le mestruazioni abbondanti per le sue proprietà astringenti.

Salvia

Le sue funzioni più rilevanti sono legate all’apparato gastrointestinale con effetto rilassante per stomaco ed intestino. E’ anche un buon diuretico, capace di combattere la ritenzione idrica, ed un buon antinfiammatorio.

Scalogno

Questo bulbo è ricchissimo di benefici effetti digestivi, diuretici e disintossicanti. E’ utile per contrastare l’osteoporosi grazie alla presenza di silicio ma ha anche notevoli effetti antiossidanti, tonificanti e battericidi. Grazie ad una buona quantità di vitamina C aiuta a rinforzare capelli e migliorare l’aspetto della pelle. Contiene fosforo e vitamine del gruppo B e A importanti per il metabolismo e altre sostanze che possono prevenire alcuni tumori, regolare la pressione e fungere da antibiotici.

tra l'elenco delle erbe officinali c'è anche l'anice stellato

Sesamo

Di questa pianta si usano soltanto i semi che sono molto ricchi di calcio quindi ottimo rimedio per ossa, capelli e unghie. Insieme al magnesio, il calcio contenuto nei semi permette la produzione di serotonina che favorisce il rilassamento del sistema nervoso e il sonno. La presenza di vitamina E rappresenta un ottimo ricostituente del sangue. In più rafforza il sistema immunitario e mantiene basso il livello di colesterolo. Infine è ritenuto un efficace antiossidante oltre a prevenire alcuni tumori e le malattie cardiovascolari.

Timo

Le proprietà del timo sono soprattutto di tipo antisettico oltre che digestivo. E’ efficace contro le infezioni delle vie urinarie e contro le infiammazioni dell’apparato respiratorio in genere.

Vaniglia

Anche la vaniglia è un efficace antisettico e un calmante in grado di contrastare stress e insonnia. Sono riconosciute alla vaniglia anche proprietà antiossidanti e afrodisiache.

Zafferano

Molto ricco di carotenoidi, quindi ottimo antiossidante, e vitamine A, B1 e B2. Lo zafferano è in grado di condizionare positivamente l’attività cerebrale e quindi l’umore grazie al safranale, il suo principale composto organico. Inoltre ha anche effetti digestivi stimolando l’apparato digerente. Se vuoi altre informazioni sullo zafferano, ti consiglio di leggere questa pagina.

Zenzero

Le radici di questa pianta rappresentano un antifiammatorio e digestivo naturale che ha anche proprietà antiemetiche. Inoltre, protegge cuore, intestino, stomaco e apparato circolatorio.

Spezie ed erbe aromatiche: coltivazione

Le piante aromatiche e le erbe di cui abbiamo parlato fin qui sono in genere di facile coltivazione in quanto spesso crescono spontanee in natura. Oggi è molto in voga l’abitudine di coltivarle in casa, nel proprio giardino, se se ne dispone di uno, o in alternativa, cercare eventuali orti urbani vicino casa dove condividere questa e altre coltivazioni. Se poi, non si ha la fortuna di avere il contadino di fiducia è consigliabile creare dei piccoli orti sui balconi dei nostri appartamenti, come sempre più spesso si vede fare, per poterle avere a disposizione e sempre fresche.

Internet, inoltre, è prodiga di consigli sul tema, per chi volesse cimentarsi in questo hobby molto utile e gratificante.

CONDIVIDI
Articolo PrecedentePercorsi enogastronomici nel Lazio
Prossimo ArticoloDolci dei defunti: la mappa italiana della tradizione
Francesco Coccia

Sono Francesco Coccia e ormai, sulla soglia dei 50 anni, il cosiddetto “giro di boa”, finalmente posso dire di aver dato sfogo alla mia passione. Di cosa si tratta? Beh, potreste dire che è alquanto semplice intuire che mi piaccia il buon mangiare ed il buon bere, ma non è solo questo. Quello che amo di un buon piatto o di un buon vino è, oltre alla qualità ed al sapore, la sua storia. Da dove proviene, chi ne è stato l’artefice, qual è la tradizione a cui è legato così come il territorio che ne rappresenta la sua culla. Mi piace andare a ritroso alla ricerca delle radici più profonde. Se volete, è un po’ come conoscere e scoprire la storia di una persona, per certi versi.

Leggi di più su di me >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here