Home Ricette Primi Idee per paste fredde: 3 insalate di pasta semplici e gustose

Idee per paste fredde: 3 insalate di pasta semplici e gustose

150
0
CONDIVIDI
idee per paste fredde

Le idee per paste fredde appartengono alla stagione estiva, quando il caldo intenso riduce l’appetito e aumenta la necessità di mangiare qualcosa di fresco e leggero. La pasta fredda che possiamo anche chiamare insalata di pasta, si prepara cuocendo di solito solo la pasta, che poi viene raffreddata, aggiungendo a questa altri ingredienti, di regola crudi.

La pasta, con i suoi svariati formati, e gli ingredienti quali verdure, carne o pesce, rappresentano un ventaglio davvero ampio di combinazioni possibili il cui limite è solo la fantasia e la nostra creatività. Ricordiamo, però, che quando parliamo di pasta facciamo riferimento ai formati corti e non quelli lunghi che poco si adattano a questi tipo di ricette. Prima di passare a vedere quali sono le idee per paste fredde che tratteremo qui, vogliamo lasciare qualche consiglio utile su come cuocere la pasta nel modo migliore per queste insalate. La pasta non deve essere mai scotta, sempre un po’ al dente se non anche un pochino meno, in modo che sia comunque turgida. Per fare ciò, dopo averla cotta normalmente, scolatela un minuto prima e passatela un attimo sotto l’acqua fredda così da bloccarne la cottura, poi lasciatela raffreddare e sgocciolare. Quando è fredda la possiamo unire agli altri ingredienti mescolando bene e aggiungendo il solito filo di olio extra vergine di oliva a crudo.

Per le vostre cene o pranzi estivi abbiamo pensato a tre insalate di pasta colorate e gustose, tre idee per paste fredde molto sane e facili da preparare.

idee per paste fredde

Farfalle pomodorini perino, mozzarella di bufala e basilico 

Ingredienti per 4 persone

320 gr di farfalle
300 gr di pomodori perino
400 gr di mozzarella di bufala
4 foglie di basilico
olio extra vergine di oliva
sale

Lavate e tagliate a pezzetti i pomodori perino. Fate lo stesso con la mozzarella di bufala. Una volta cotte le mezze maniche e appena raffreddate, unite il tutto, mescolando e aggiungendo il sale, l’olio extra vergine e le foglie di basilico. Lasciate che l’insalata si amalgami bene, poi servite.

Fusilli, tonno, rucola e pachino

Ingredienti per 4 persone

320 gr. di fusilli
1/2 busta di rucola già pronta
300 gr di pomodori pachino
400 gr di tonno fresco
olio extra vergine di oliva
sale

Partiamo dal tonno. Fatelo prima cuocere sulla piastra calda per una decina di minuti (a seconda dello spessore), poi tagliatelo a dadini abbastanza grossolani. Mentre il tonno si raffredda lavate i pomodori e tagliateli a metà e intanto preparate l’acqua per cuocere i fusilli. Una volta che la pasta è cotta e fredda versatela in una terrina insieme al tonno, alla rucola, ai pomodori condendo con sale e olio extra vergine.

idee per paste fredde

Elicoidali con pesto di zucchine e gamberetti

Ingredienti per 4 persone

320 gr. di elicoidali
2 zucchine
qualche foglia di basilico
50 gr di pecorino grattugiato
5/6 mandorle tostate
350 gr di gamberetti
olio extra vergine di oliva
sale

Per il pesto di zucchine: dopo averle lavate e tagliate in pezzetti si aggiunge qualche foglia di basilico, il pecorino, le mandorle tostate e si frulla tutto in un mixer o, se volete e ne avete voglia, si può pestare il tutto in un mortaio.

A parte fate scottare in una padella con un po’ di olio i gamberetti mentre le penne vanno in cottura.

A fine cottura, e quando la pasta è fredda, unite gli ingredienti e condite con sale e un filo di olio extra vergine di oliva mescolando bene e facendo riposare per una mezz’ora l’insalata.

CONDIVIDI
Articolo PrecedenteIl condimento di Digione
Prossimo ArticoloIl Puzzone di Moena
Francesco Coccia

Sono Francesco Coccia e ormai, sulla soglia dei 50 anni, il cosiddetto “giro di boa”, finalmente posso dire di aver dato sfogo alla mia passione. Di cosa si tratta? Beh, potreste dire che è alquanto semplice intuire che mi piaccia il buon mangiare ed il buon bere, ma non è solo questo. Quello che amo di un buon piatto o di un buon vino è, oltre alla qualità ed al sapore, la sua storia. Da dove proviene, chi ne è stato l’artefice, qual è la tradizione a cui è legato così come il territorio che ne rappresenta la sua culla. Mi piace andare a ritroso alla ricerca delle radici più profonde. Se volete, è un po’ come conoscere e scoprire la storia di una persona, per certi versi.

Leggi di più su di me >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here