Home Ricette Menu Patate viola: preziose alleate della salute

Patate viola: preziose alleate della salute

5
0
CONDIVIDI
patate viola gnocchi

La patata viola, comunque appartenente alla famiglia delle solanacee, è in realtà una tipologia originaria dell’America del Sud, precisamente del Cile e del Perù. Oggi sono coltivate senza problemi anche in Italia e, tra esse, ne esistono di diverse tipologie: le vitolette, la turchesa, le violette e le blu a seconda dell’intensità del colore della loro pasta.

Quindi, dopo le patate bianche, quelle gialle e quelle rosse abbiamo anche la possibilità di poter gustare queste di colore viola. Cosi, se volessimo dare un tocco di colore ai nostri piatti, avremmo di sicuro l’imbarazzo della scelta, almeno relativamente a questo ortaggio.

Caratteristiche della patata viola

Le patate viola si presentano essenzialmente con una buccia scura e con una pasta di color viola appunto, dalle diverse intensità.

In quanto alle caratteristiche esteriori la patata viola differisce dalle altre per avere delle dimensioni leggermente ridotte, una forma allungata e una consistenza della pasta molto farinosa, oltre ad un sapore molto particolare.

Benefici

Forse non tutti sanno che la patata viola, oltre ad aver questo colore stupefacente e molto scenografico ha anche delle proprietà benefiche non di poco conto. Prima fra tutte è la notevole presenza di antocianine, potenti antiossidanti in grado di combattere l’invecchiamento precoce delle cellule. Presente in tutte le verdure e la frutta che vanno da un colore viola intenso al blu (es. i mirtilli o il cavolo viola) gli antociani, nel caso della patata viola, hanno una maggiore concentrazione: 150 mg per 100 gr a crudo.

Oltre ad essere un ottimo antiossidante, le patate viola sono ricche anche di sali minerali e vitamine. Anche le fibre vegetali e amidi sono presenti in quantità ragguardevoli: questi aumentano il potere saziante e sono utili alla salute dell’intestino.

Le loro caratteristiche, in sintesi, riducono anche il rischio di malattie cardiovascolari e hanno una azione preventiva contro l’insorgenza di cellule tumorali. Insomma, uno scudo efficace contro le malattie dei nostri tempi.

patata viola gnocchi

Dove si possono comprare

Dopo aver letto di queste utili proprietà della patata viola, a qualcuno potrebbe venir voglia di farne una certa scorta da tenere in casa o aver voglia improvvisamente di un bel piatto di gnocchi fatti con queste patate o un bel timballo viola: una bella idea, no? Lo vedremo tra breve. Intanto possiamo dire che oggi non è, per fortuna, molto complicato trovare di tutto, anche gli alimenti più rari. Le patata viola, infatti, potete trovarle di sicuro in alcuni siti internet o anche presso drogherie e supermercati specializzati che di solito non fanno parte delle catene più importanti e conosciute. Come potrete immaginare, il prezzo di questi particolari tuberi non è proprio alla portata di tutti.

Come si cucinano

I modi per cucinare le patate viola non sono poi molto diversi da quelli che conosciamo e usiamo per gli altri tipi di patate. Come sappiamo, infatti, le patate in particolare possono essere cucinate in mille modi diversi e non stancano mai. Sono uno degli alimenti tra i più versatili che si possano avere in cucina.

Partiamo dal fatto che hanno un sapore molto particolare, come ricordavamo all’inizio, che è molto simile alla castagna. Di solito si consumano lesse o vengono usate per preparare purè o i classici gnocchi.

Avendo una pasta più farinosa bisogna ricordarsi in generale di usare un po’ più di acqua o altri alimenti che possano legare come la farina di ceci o le patate classiche. Non hanno una buona resa se fritte, meglio se al forno o anche utilizzate nella preparazione di alcuni dolci.

CONDIVIDI
Articolo PrecedenteRicetta dei canederli trentini
Francesco Coccia

Sono Francesco Coccia e ormai, sulla soglia dei 50 anni, il cosiddetto “giro di boa”, finalmente posso dire di aver dato sfogo alla mia passione. Di cosa si tratta? Beh, potreste dire che è alquanto semplice intuire che mi piaccia il buon mangiare ed il buon bere, ma non è solo questo. Quello che amo di un buon piatto o di un buon vino è, oltre alla qualità ed al sapore, la sua storia. Da dove proviene, chi ne è stato l’artefice, qual è la tradizione a cui è legato così come il territorio che ne rappresenta la sua culla. Mi piace andare a ritroso alla ricerca delle radici più profonde. Se volete, è un po’ come conoscere e scoprire la storia di una persona, per certi versi.

Leggi di più su di me >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here