Home Ricette Cena Insalata di Natale con avocado

Insalata di Natale con avocado

115
0
CONDIVIDI
L'insalata di avocado è ricca di omega 3 e proteine

Tra i contorni, non solo natalizi, proponiamo quella che viene chiamata insalata di Natale ma non se ne conoscono le ragioni. Anche perché l’avocado tutto ricorda tranne l’inverno, anzi. Spesso lo si usa in fresche insalate estive leggere e salutari date le caratteristiche appunto di questo frutto esotico ricco di Omega 3, di proteine, acido folico e basso contenuto di calorie. Ecco, forse serve a bilanciare quello che precede e segue il nostro pranzo o la nostra cena.

Ingredienti per 4 persone:

100 grammi di valeriana
2 arance
1 avocado
1 finocchio
10 noci
6 ravanelli
1/2 limone
4 cucchiai di olio extra vergine di oliva
sale
pepe

Procedimento:

Sbucciate l’avocado e tagliatelo a fettine. Fate lo stesso con le arance cercando di eliminare tutte le parti bianche poi disponetele aperte a spicchi in una insalatiera con l’avocado e la valeriana che avrete lavato ed asciugato. Quindi lavate e tagliate i finocchi in strisce sottili lasciandone qualche striscia da parte. Lavate e affettate anche i ravanelli e metteteli insieme al finocchio nell’insalatiera. Sgusciate le noci e aggiungetele al resto.

Per finire, in una ciotola abbastanza capiente versate il succo d’arancia recuperato, il succo del limone, il pepe, il sale e l’olio. Con una frusta mescolate energicamente fino ad ottenere una salsa omogenea, quindi usate per condire la vostra insalata.

CONDIVIDI
Articolo PrecedenteLa cipolla rossa di Tropea IGP
Prossimo ArticoloFiletto di orata in crosta di patate e funghi
Francesco Coccia

Sono Francesco Coccia e ormai, sulla soglia dei 50 anni, il cosiddetto “giro di boa”, finalmente posso dire di aver dato sfogo alla mia passione. Di cosa si tratta? Beh, potreste dire che è alquanto semplice intuire che mi piaccia il buon mangiare ed il buon bere, ma non è solo questo. Quello che amo di un buon piatto o di un buon vino è, oltre alla qualità ed al sapore, la sua storia. Da dove proviene, chi ne è stato l’artefice, qual è la tradizione a cui è legato così come il territorio che ne rappresenta la sua culla. Mi piace andare a ritroso alla ricerca delle radici più profonde. Se volete, è un po’ come conoscere e scoprire la storia di una persona, per certi versi.

Leggi di più su di me >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here