Home Percorsi Sky Wine Terracina

Sky Wine Terracina

149
0
CONDIVIDI
sky wine Terracina

Volge ormai al termine con l’ultima giornata prevista per oggi, 30 Aprile dedicata agli operatori del settore, Sky Wine Terracina, 13° edizione, prima di tre tappe pontine che si svolgeranno tra la primavera e l’estate 2018.

La manifestazione, organizzata da Gradazione 13 Events e Wine&Food Promotion, è cominciata sabato scorso, 28 aprile, ed ha l’obiettivo non solo di promuovere il prodotto principe che è il vino ma, nello stesso tempo, si fa interprete di un contesto più vasto che coincide con il territorio, le sue bellezze storico-artistiche e i suoi prodotti tipici.

Non è infatti difficile, incontrare tra i banchetti allestiti per le degustazioni enologiche, anche prodotti locali quali olio, salumi, formaggi e dolcetti. Inoltre, non è un caso che, compreso nel prezzo del biglietto per l’accesso alle degustazioni di Sky Wine ci sia anche un tagliando per ottenere uno sconto sul biglietto di ingresso al Museo Archeologico locale, ricco di reperti e tesori unici che raccontano la millenaria storia di Terracina. Un evento ideale, insomma, non solo per chi ama il buon vino ma anche per chi ha voglia di scoprire luoghi storici del territorio che spesso non vengono presi nella giusta considerazione.

Al costo di 15 euro per il ticket si ha diritto a ricevere:

–       calice serigrafato Sky Wine
–       tracolla serigrafata
–       brochure evento e scheda degustazione
–       una degustazione presso ogni stand

sky wine vino e arte

Il numero dei biglietti è stato limitato per contenere l’affluenza che, nella prima serata, ha fatto registrare quasi un migliaio di visitatori. Un successo che in parte era stato previsto, complice le condizioni meteorologiche favorevoli di questi giorni e del ponte lungo del 1 Maggio che ha certamente influito sulla propensione alla mobilità di molti.

Tornando alla rassegna, questa ha visto la partecipazione delle migliori cantine laziali provenienti dai diversi distretti come i Castelli Romani e da località quali Cori, da sempre famosa per il buon vino. A queste, si sono aggiunte altre aziende vinicole di altre regioni che hanno presentato le loro eccellenze enologiche. In tutto circa 50 mini stand dislocati in tre location straordinarie: il Palazzo della Bonifica, Piazza Municipio e la Torre degli Acso. A fare la parte del leone, ovviamente, il Moscato di Terracina, in tutte le sue varietà, divenuto Doc nel 2008.

sky wine show cooking

Non poteva mancare la promozione delle specialità del territorio attraverso degli show cooking  condotti dallo chef per passione Marco Pannozzo, coadiuvato dalla preziosa collaborazione di Luciano Cicci, due ambasciatori della cucina pontina che sono stati protagonisti, con la loro simpatia e creatività, delle due serate, accostando alla presentazione dei vini, i piatti del territorio pontino.

La kermesse ha visto anche esibizioni di musica dal vivo nella spettacolare cornice del foro Emiliano, nel centro storico di Terracina. I prossimi appuntamenti, per chi volesse prendere parte a questa interessante manifestazione, sono previsti per il 28 e 29 Luglio a Maenza e per il 25 e 26 agosto a Sezze.

CONDIVIDI
Articolo PrecedenteIl formaggio ragusano Dop
Prossimo ArticoloTutti i numeri del vino, tra consumi e degustazioni
Francesco Coccia

Sono Francesco Coccia e ormai, sulla soglia dei 50 anni, il cosiddetto “giro di boa”, finalmente posso dire di aver dato sfogo alla mia passione. Di cosa si tratta? Beh, potreste dire che è alquanto semplice intuire che mi piaccia il buon mangiare ed il buon bere, ma non è solo questo. Quello che amo di un buon piatto o di un buon vino è, oltre alla qualità ed al sapore, la sua storia. Da dove proviene, chi ne è stato l’artefice, qual è la tradizione a cui è legato così come il territorio che ne rappresenta la sua culla. Mi piace andare a ritroso alla ricerca delle radici più profonde. Se volete, è un po’ come conoscere e scoprire la storia di una persona, per certi versi.

Leggi di più su di me >

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here